3303 visitatori in 24 ore
 173 visitatori online adesso





destionegiorno
Stampa il tuo libro



Marinella Accinelli

Ho cominciato a scrivere poesie molto presto, già alle elementari, per la necessità di esternare le mie emozioni, tante, troppe per restare chiuse dentro, e da allora non ho mai smesso

Ho una laurea in lettere e mia professione è la gemmologia, ma la vera passione resta la poesia...sono ciò che ... (continua)


Marinella Accinelli
 Le sue poesie

La prima poesia pubblicata:
 
Alfa e Omega (29/06/2008)

L'ultima poesia pubblicata:
 
Mai è Per sempre (06/06/2019)

Marinella Accinelli vi consiglia:
 Adolescenza (17/02/2010)
 Coraggio (04/07/2008)

La poesia più letta:
 
Mio fratello (29/11/2008, 12727 letture)

Leggi la biografia di Marinella Accinelli!

Leggi i 21 commenti di Marinella Accinelli


Autore del giorno
 il giorno 25/02/2020
 il giorno 25/02/2020
 il giorno 20/03/2019
 il giorno 20/03/2019
 il giorno 20/03/2019
 il giorno 20/03/2019
 il giorno 20/03/2019
 il giorno 20/03/2019

Seguici su:



Cerca la poesia:



Marinella Accinelli in rete:
Invia un messaggio privato a Marinella Accinelli.


Marinella Accinelli pubblica anche nei siti:

RimeScelte.com RimeScelte.com

ParoledelCuore.com ParoledelCuore.com

ErosPoesia.com ErosPoesia.com

DonneModerne.com DonneModerne.com

PortfolioPoetico.com PortfolioPoetico.com




Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

L'ebook del giorno

Dalla Terra alla Luna

I soci del Gun Club, associazione americana di artiglieri, con sede a Baltimora, annunciano che un proiettile lanciato (leggi...)
€ 0,99


Questa poesia è pubblicata anche nel sito RimeScelte

Marinella Accinelli

Devi morire

Ribellione
lurido
di alcolico tanfo saturi l'aria
che lei è costretta a respirare

bastardo
non sei umano né animale
ridi mentre il suo corpo sanguina

schifoso
costringi con assurda violenza
bimba che sognava di avere amore

lei ora è un sacco vuoto
di stupore e dolore intriso
non c'è carcere che possa il danno riparare

tu devi morire... e con dolore!


Club Scrivere Marinella Accinelli 23/10/2009 12:14| 14| 4548


Hanno inserito questa poesia nei propri segnalibri: - Giorgia Spurio
Possiamo elencare solo quelli che hanno reso pubblici i propri segnalibri.
Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.
Se vuoi pubblicare questa poesia in un sito, in un blog, in un libro o la vuoi comunque utilizzare per qualunque motivo, compila la richiesta di autorizzazione all'uso.

Nota dell'autore:
«avevo pubblicato questa poesia per poi ritirarla in quanto l'energia che la pervade è d'indignazione trascendente in odio, ma credo si sbagliata l'autocensura di un'emozione... l'emozione è madre di poesia, sia essa positiva o negativa, amore odio, gioia, rabbia, tenerezza sono complementi di un tutto che è il poeta, che è l'essere umano e da essere umano, da donna, con le sue debolezze e lontana dal divino che è capace di ogni perdono ho scritto questa mia... come già detto a pochi intimi "nessuno tocchi Caino"? ...dipende sempre da quanto caro e vicino ti è Abele...»


 
Commenti sulla poesia Commenti di altri autori:

«Condivido il tuo pensiero. Una mia poesia che parla proprio degli artisti ed è diventata una bellissima canzone, ad un certo punto dice: "maledetti gli artisti che non li puoi imbavaglaire, zittire, censurare... quando scrivono sui muri parole che ti fanno pensare..." insomma, se questo è il tuo pensiero l'autocensura non è la soluzione giusta.
Auguri immensi»
Donatella Piras (23/10/2009) Modifica questo commento

«L'autrice, che ammiro molto e sinceramente, sa come la penso. Volevo solo aggiungere che ammiro il fatto che abbia riproposto la sua poesia, ero dispiaciuto, che l'avesse tolta, e benché io non la condivida... sono felice che la poesia sia stata liberata.»
Luca Torri (23/10/2009) Modifica questo commento

«...condivido la poesia, il pensiero... condivido tutto, ma la morte, sai... sarà che non la vedo come una punizione, sarà che rientra in ciò che viene chiamato "processo biologico umano"...è forse il dolore... boh, chi crea dolore non va ripagato con un qualcosa di naturale, forse non va proprio ripagato con nulla...è come augurare al sole che secca una pianta 12 ore di buio... quelle arrivano comunque, indipendentemente dal nostro volere...»
Frammento (23/10/2009) Modifica questo commento

«Di fronte all'abberrazione mostruosa di un uomo, in quanto tale perché cammina su due gambe, quello che si prova è il desiderio che sparisca per sempre non prima di essere passato sotto le peggiori torture. Non ci sono spiegazioni né giustificazioni che tengano. I danni irreparabili e permanenti nell'anima e nel corpo della vittima saranno marchio indelebile e condizionante. Mi chiedo sempre in simili casi se volessi fare io da boia.»
Alida Kirschner (23/10/2009) Modifica questo commento

«Non mi permetto di entrare nel merito delle tue emozioni. L'odio nasce sempre da qualcosa di forte e di mostruoso e quello che racconti in questa poesia lo è.
Anche io credo che Caino possa essere toccato, ma non dallo stato.
la vendetta di stato non la concepisco, perché lo stato non può odiare. Possono odiare solo i parenti delle vittime.»
Gabriella Caruso (23/10/2009) Modifica questo commento

«Se l'uscita deve essere una provocazione, sono d'accordo.
Se si tratta di un concetto, non condivido.
Ma non conosco i fatti, quindi non giudico ...
La poesia è bellissima, tutta, dalla prima all'ultima parola.
E rende l'idea di quanto volevi esprimere, tanto che leggendoti si assaporano odori, si vedono immagini ed espressione di volti, si sentono voci.
Realistica davvero. piaciutissima.»
Gasparo (23/10/2009) Modifica questo commento

«poesia intrisa di rabbia, disprezzo, dolore... crudelmente bellissima! da studioso di giurisprudenza non posso condividere il tuo "devi morire", ma se devo dar retta a quello che suscitano certi avvenimenti, vorrei tanto che il tuo "augurio" terribile trovasse il consenso di Colui che giudica...»
DarioC 85 (23/10/2009) Modifica questo commento

«...contenta di rivederla... accolgo questo punto di osservazione pur non facendolo mio... anche se certamente la posizione da cui si guarda... ha un peso determinante...»
Club ScrivereAmara (23/10/2009) Modifica questo commento

«Sinceramente non condivido nulla di questa poesia, pur apprezzandone enormemente la sincerità, il calore emotivo che emana.
Sotto quel profilo credo sia perfetta, come tutto dovrebbe essere, ma a tratti c'è una forma poetica un po' ostentata e inadeguata al ruggito di dolore che hai voluto rappresentare. Felicitazioni per lo spirito e a rileggerti presto, magari su un'onda di serenità.»
Marco Canonico Baca8175 (23/10/2009) Modifica questo commento

«Un urlo... come tale deve essere preso; la razionalità. la pulizia dello stile... persino il buonismo mascherato da civiltà...devono venire dopo. Questo è un urlo. E, come tale, irrazionale, perfino crudele e riprovevole. Come bestiale e riprovevole è Caino, che trova sempre difensori.»
Club ScriverePaolo Ursaia (23/10/2009) Modifica questo commento

«Il silenzio e la censura non fanno altro che creare mostri che, poi, si autoalimentano.
Hai fatto bene a denunciare poeticamente il fatto, ma hai sbagliato la pena finale per una persona la cui esistenza o non- esistenza non ha alcun valore nell'esistenza stessa dell'universo.
Ergo, meglio lasciarlo in esistenza, ma con una giusta e duratura pena.
...pesa più esistere con una pena eterna che morire e tornare nella fucina del Creatore.»
Azar Rudif (24/10/2009) Modifica questo commento

«Credo sia giusto esprimere e condividere la propria opinione, sulla base di un testo come questo che, tra l'altro, è stato inserito tra le poesie in evidenza (e mi domando il perché).
La libertà di pensiero e di espressione mi impediscono (e ne sono felice) di oppormi alla pubblicazione di un simile "messaggio", che l'Autrice ha voluto condividere come se si trattasse di far leggere ad altri il diario del cuore.
Quello che davvero mi stupisce è la quantità di consensi che questo "sfogo" (e dico sfogo perché la poesia a mio parere non può essere strumento d'odio) ha ricevuto da tutti gli autori che l'hanno commentato, dato che questo non è un forum di filosofia giuridica... oppure lo è ed io non me n'ero accorto?»
Claudio Scaramella (25/10/2009) Modifica questo commento

«...credo che in questo caso sia stato messo in evidenza il tema ed il conseguente sfogo dell'autrice ...ne danno atto anche i commenti ...quel "devi morire" non mi piace affatto, al contrario "lei è un sacco vuoto" è un'immagine reale, umana ...nel complesso però,resto perplesso»
Michel Capel (26/10/2009) Modifica questo commento

«se ti ricordi già l'altra volta ti avevo chiesto di non toglierla, benché dura, ma la poesie può e deve essere anche questo, espressione di uno stato d'animo, di una rabbia. E tu l'hai espressa magnificamente con tanta partecipazione e con una lirica pulita ed efficace.»
Fippo2 (26/10/2009) Modifica questo commento

La bacheca della poesia:
Non ci sono messaggi in bacheca.

Scrivi le tue sensazioni su questa poesia
Hai una sensazione, un messaggio, un'espressione da condividere con l'autore e gli altri lettori?
Allora scrivilo e condividilo con tutti!

Amazon Prime

Link breve Condividi:


Pubblicate i vostri lavori in un libro

Volete pubblicare un vostro libro, un libro vero? Su carta, con numero ISBN? Con la possibilità di ordinarne copie a prezzo ridotto per voi ed i vostri amici?
Facciamo un esempio: se avete un manoscritto su file doc, docx, odt o pdf già pronto secondo i formati e le impostazioni standard (vedi specifiche) ed un bozzetto di una copertina con immagine a 300dpi allora vi possiamo già fare un esempio del costo con il nostro servizio editoriale base:
Libro di 120 pagine in formato "6x9" (15,24x22,86 cm) in bianco e nero e copertina flessibile opaca a colori pubblicato con il nostro servizio base: 50 copie a 149 euro, 100 copie a 266 euro, 200 copie a 499 euro, comprensive di stampa, iva e spedizione.
Per informazioni cliccate qui.
Attenzione: non tutte le opere inviate verranno accettate per la pubblicazione, viene effettuata una selezione



Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od una poesia

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .
Inserite la vostra pubblicità su questo sito: https://adwords.google.com/cues/7505CA70FA846F4C06E88F45546C45D6.cache.png

Copyright © 2021 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it